Crea sito
Crea sito

Schisandra(Schisandra chinensis): che cos’è? Proprietà, benefici, come consumarle,controindicazioni

Schisandra(Schisandra chinensis): che cos’è?

Schisandra(Schisandra chinensis): Proprietà e benefici

Schisandra(Schisandra chinensis): Come consumarla

Schisandra(Schisandra chinensis): Effetti indesiderati o controindicazioni

Schisandra(Schisandra chinensis): che cos’è?

Le bacche di schisandra sono i frutti di una pianta chiamata Schisandra chinensis, nativa della Russia orientale e della Cina settentrionale. Il suo nome originale è Wu Wei Zi, che significa la bacca dei 5 aromi perché in possesso di tutti i cinque sapori fondamentali nella fitoterapia cinese: salato, dolce , acido, piccante (piccante) e amaro.

Schisandra(Schisandra chinensis): Proprietà e benefici

Le bacche di Schisandra hanno effetto antiossidante e vengono consigliate per rinvigorire l’energia fisica e mentale. Migliorano i riflessi e aiutano ad acuire la capacità di concentrazione e dunque di rendimento nelle attività quotidiane.

Aumentano le performance mentali e sono considerate utili per chi studia o lavora. Aiutano a rigenerare il fegato e lo supportano nella sua attività. Permettono all’organismo di resistere meglio allo stress e ai sovraccarichi emotivi. Aiutano a prevenire l’affaticamento mentale. Migliorano la coordinazione e la capacità di lavoro.

Sono considerate un cibo super nutriente ed energetico. Sono considerate un tonico naturale per il corpo e per la mente per via del loro effetto corroborante. Risvegliano l’energia vitale e pare possano avere effetti benefici anche nella sfera sessuale. In Cina verrebbero usate da sempre come elisir afrodisiaco.

Le bacche di Schisandra che troverete in commercio sono frutti disidratati, interi o in polvere. Non sono trattati e sono privi di additivi. In Cina vengono utilizzate tradizionalmente in caso di raffreddore, epatite, diabete, asma, depressione, problemi alle vie urinarie, eczema, difficoltà a prendere sonno. Sembrerebbero dunque una vera e propria panacea di tutti i mali. Dato che si tratta di un alimento naturale, assaggiarle per curiosità o per testarne gli eventuali benefici non nuocerà alla salute.

Schisandra(Schisandra chinensis): Come consumarla

Le bacche di Schisandra sono gradevoli da gustare in infuso caldo o freddo, dolcificando a piacere. Le potrete aggiungere ad alcune preparazioni come il muesli fatto in casa o le barrette energetiche homemade, la crema di Budwig, i budini e i gelati.

In Corea le bacche di Schisandra fanno parte della preparazione di un tè tradizionale che viene chiamato “Omija cha”. Grazie alle bacche di Schisandra questo tè coreano vanta tutti e cinque i sapori indicati dalla Medicina Tradizionale Cinese: dolce, aspro, salato, amaro e pungente.

Per preparare una tisana con le bacche di Schisandra potrete versarne un cucchiaino – intere o in polvere – in una tazza d’acqua bollente, lasciare riposare dieci minuti e filtrare. Per quanto riguarda l’uso delle bacche di Schisandra nell’alimentazione, di solito si consiglia di consumarne 2 cucchiaini al giorno.

Schisandra(Schisandra chinensis): Effetti indesiderati o controindicazioni

Gli effetti indesiderati delle bacche di Schisandra sono molto rari. In ogni caso si consiglia cautela soprattutto in gravidanza, durante l’allattamento e in caso di malattie epatiche particolari. Potrete approfondire l’argomento con il vostro erborista o medico di fiducia. Tra gli effetti indesiderati rari delle bacche di Schisandra vi sono eventuale bruciore di stomaco e acidità gastrica. Qui maggiori informazioni.

Per acquistare vari prodotti a base di Schisandra clicca sul link

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione

Una risposta a “Schisandra(Schisandra chinensis): che cos’è? Proprietà, benefici, come consumarle,controindicazioni”

I commenti sono chiusi.

Crea sito
Crea sito