Crea sito
Crea sito

Lampone: Che cos’è, usi, proprietà e benefici, controindicazioni

Lampone: Che cos’è

Lampone: usi

Lampone: Modo d’uso

Lampone: Valori nutrizionali

Lampone: Proprietà e benefici

Lampone: Controindicazioni

Lampone che cos’è

Il lampone rosso o lampone europeo (Rubus idaeusL.1753) è un arbusto da frutto appartenente alla famiglia delle Rosaceae e al genereRubus; il cui omonimo frutto, di colore rosso e sapore dolce-acidulo è molto apprezzato nelle preparazioni alimentari.
La fioritura avviene normalmente tra maggio e giugno mentre il frutto, composito, matura in tarda estate o inizio autunno. Cresce tipicamente negli spazi aperti all’interno di un bosco o colonizza opportunisticamente parti di bosco che sono stati oggetto di incendi o taglio del legno. È facilmente coltivabile nelle regioni temperate e ha una tendenza a diffondersi rapidamente. Il frutto del lampone è un aggregato di drupe. È una arbustolatifoglia e caducifoglia e produce molti polloni. La pianta può raggiungere 1,8 metri di altezza. Cresce anche selvatico in zone collinari e di montagna del centro europa. Il lampone predilige i luoghi parzialmente ombrosi e terreni sub-acidi e freschi.

Tra i lamponi ci sono varietà bifere, che producono frutti due volte all’anno, e unifere, che producono frutti una sola volta all’anno. Produce annualmente molti polloni dalle radici, ma ognuno vive due anni, è cioè biennale. I polloni producono frutti al secondo anno in luglio-agosto, dopodiché seccano e vanno tagliati. Nel caso di biferi producono bacche già al primo anno in settembre-ottobre. Ci sono varietà a bacca rossa o gialla.

Lampone: usi

Il lampone è una pianta mellifera e bottinata dalle api; è usato per ricavarne del miele, ma si produce quello monoflorale solo in certe zone dove è sufficientemente diffusa. Le bacche sono normalmente utilizzate nella preparazione di confetture, sciroppi e gelatine. È comunque da notare che la maggior parte delle cultivar di lampone commerciale non sono costituiti da Rubus idaeus puri, bensì da ibridi tra rubus idaeus e rubus strigosus.

I principi attivi contenuti nella pianta sono i tannini, la vitamina C, il flavone e acidi organici. Come erba medicinale ed erba officinale il lampone può essere usato come diuretico e colagogo. L’infuso di foglie è utile contro la diarrea e contro problemi alle vie respiratorie, oppure viene utilizzato anche per attenuare le contrazioni durante il parto. L’estratto di foglie e gemme è consigliato negli ultimi mesi di gravidanza per tonificare i muscoli dell’utero e migliorare le contrazioni. Inoltre, sono molto usati anche in fitoterapia. Infatti, aiutano a regolarizzare il ciclo mestruale ed a risolvere i disturbi della menopausa.

Lampone: Modo d’uso

INFUSO: 1 cucchiaio raso di foglie di lampone, 1 tazza d’acqua 

Versare le foglie nell’acqua bollente e spegnere il fuoco. Coprire e lasciare in infusione per 10 min. Filtrare l’infuso e berlo lontano dai pasti per usufruire dell’azione diuretica; al momento del bisogno in caso di diarrea; utilizzarlo come lozione per gargarismi in caso di stomatiti e mal di gola.

Il macerato glicerinato delle gemme: 40-50 gc a metà mattina e 40-50 gc a metà pomeriggio, lontano da pasti, per le sue proprietà sul sistema ormonale femminile.

Lampone: Valori nutrizionali

PER 100GR DI PRODOTTO CONTIENE: 34 kcal / 141 kj
Carboidrati 6.5gr
Zuccheri solubili 6.5gr
Grassi 0.6gr
Fibre7.4gr
Proteine 1gr
Acqua 84.6gr
MINERALI
Ferro 1mg
Sodio3mg
Calcio 49mg
Fosforo 52mg
Potassio 220mg
VITAMINE
Vitamina A 13µg
Vitamina B1 0.05mg
Vitamina B2 0.02mg
Vitamina B3 0.50mg
Vitamina C 25mg

Lampone: Proprietà e benefici

I lamponi contengono una discreta quantità di minerali, tra cui magnesio, potassio, fosforo e sodio. Ma non solo: hanno una buona quota di vitamine, in particolare vitamina A, vitamine del gruppo B, vitamina C, vitamina Evitamina K e vitamina J.

Sono composti per la maggiore d’acqua, l’80% circa, ed hanno quindi, proprietà diuretiche, rinfrescanti e depurative. Essendo poveri di zuccheri e di calorie sono indicati anche per chi ha problemi di glicemia o segue diete ipocaloriche. I lamponi contengono acido ellagico, sono dunque frutti antiossidanti.

 Il macerato glicerinato, o gemmoderivato, ottenuto dalle gemme, agisce sull’apparato ormonale femminile. E’, infatti, un regolatore dell’asse ipotalamo-ipofiso-gonadico e della secrezione ovarica, che trova impiego in tutte le disendocrinie della sfera sessuale della donna e in ogni necessità di regolarizzazione del ciclo mestruale. 
La sua assunzione è quindi indicata nella sindrome premestruale associata a tensione mammaria, ansia, nervosismo, ritenzione idrica, acne, perché esercita un’azione riequilibratrice del sistema neurovegetativo. La proprietà antispasmodica e decongestionante trova ottimo impiego nella cura della dismenorrea, cioè le mestruazioni dolorose, per la sua capacità di calmare gli spasmi uterini.
Come riequilibratore del sistema ormonale femminile è anche indicato in caso di amenorrea, ossia la mancanza di mestruazioni, e nelle irregolarità del ciclo mestruale, compresi i ritardi puberali del menarca; nel trattamento delle cisti ovariche, dell’ovaio policistico, e dei fibromi. Infine è consigliato per tutti i disturbi che accompagnano il periodo della menopausa come irregolarità del ciclo, vampate, sbalzi d’umore e depressione.

Lampone: Controindicazioni

I lamponi sono da evitare in caso di gotta o problemi ai reni perché contengono acido ossalico.  
Inoltre, può interagire con i farmaci a base di ferro, limitandone l'assorbimento.  In caso di gravidanza e allattamento, il lampone è ben tollerato ma è sempre bene consultare il ginecologo prima di ricorrere a rimedi fitoterapici.

A questo link troverete vari prodotti a base di lampone

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione
Crea sito
Crea sito