Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /membri/stiledivitanaturale/wp-content/plugins/async-js-and-css/functions.php on line 172
Iperico: Che cos'è, benefici, come si usa, controindicazioni | Stile di vita naturale * vivere senza sostanze chimiche * Naturale
Crea sito
Crea sito

Iperico: Che cos’è, proprietà,benefici,come si usa e controindicazioni,quando non assumerlo


Iperico: Proprietà e benefici

Iperico: Come si usa?

Iperico: Controindicazioni

Iperico: Quando non assumerlo

Iperico: Che cos’è

L’iperico è una pianta molto bella e armoniosa che si presenta con fiori di un colore giallo intenso e acceso, i quali catturano subito l’attenzione dell’occhio che lo guarda. I suoi fiori a petali larghi si schiudono e mostrano una corolla di pistilli esuberanti.
Osservando il fiore, possiamo capire quale sia la sua funzione principale per chi lo assume: aiuta la persona ad aprirsi alla vita, riportando quella luce e facendo chiarezza nelle menti annebbiate.
L’iperico è conosciuto anche come erba di San Giovanni e cresce proprio in quel periodo dell’anno, attorno al 24 giugno.
La tradizione vuole che i fiori che nascono e si sviluppano in questo periodo, racchiudano un’energia particolare in grado di guarire tutti i dolori. E per un certo senso, questo vale anche per l’iperico, perché viene considerato il rimedio dell’anima che non trova tranquillità e pace.
E sappiamo che se ci occupiamo delle nostre emozioni e del nostro sentire, anche la nostra vitalità fisica va migliorando.

Iperico: Proprietà e benefici

L’azione mirata che l’iperico offre è sedativa e antidepressiva, soprattutto nei confronti del sistema nervoso. L’iperico diventa un alleato prezioso nei periodi di maggiore stress e stanchezza mentale. Agisce a livello emotivo e psicologico, avendo effetti positivi anche sulla riduzione dell’ansia e degli attacchi di panico. Quale beneficio dona l’iperico? Aiuta a sviluppare un approccio mentale più positivo ed è consigliato per coloro che decidono di intraprendere un percorso di distacco o di disintossicazione come ad esempio smettere di fumare. La sua proprietà più spiccata è dunque quella di combattere gli stati depressivi e ansiosi. Viene consigliata anche in caso di forte insonnia, associata ad altri rimedi naturali come la valeriana o il tiglio. Cosa permette all’iperico di agire sugli stati nervosi? La sua assunzione provoca un aumento della serotonina e regolare la produzione di melatonina, che favorisce naturalmente il sonno. L’iperico possiede altre proprietà benefiche: viene utilizzato come antinfiammatorio, come cicatrizzante e tonificante muscolare. Se assunto per via orale, ha un potere antibiotico, antivirale, antimicotico e antisettico.

Iperico: Come si usa?

L’iperico può essere utilizzato sotto diverse forme. Nei casi di maggiore necessità, in presenza di attacchi di panico, crisi di ansia o insonnia grave è consigliato l’utilizzo dell’integratore, con estratto secco titolato. Può essere consumato anche sotto forma di infuso o di tisana, con un effetto più leggero. Si sceglie questa alternativa per chi vive giornate particolarmente stressate e faticose e che necessita di un aiuto quotidiano per un periodo continuativo. E infine, può essere utilizzato anche a contatto con la pelle. L’olio di iperico è uno dei più utilizzati da chi pratica sport per ottenere un ottimo defaticamento muscolare post attività.

Tratto da: https://www.macrolibrarsi.it/speciali/iperico-benefici-e-controindicazioni.php

Iperico: Controindicazioni

L’iperico ha un’azione fotosensibilizzante della cute particolarmente in soggetti con pelle capelli e occhi chiari. Può quindi dare reazioni come arrossamento bruciore e prurito sulle parti esposte ai raggi UV. Per questo, a scopo precauzionale, dopo l’eventuale assunzione, è sempre consigliabile evitare di esporsi al sole (o farlo solo con adeguata protezione), o di sottoporsi a trattamenti con le lampade abbronzanti.
Anche l’applicazione dell’olio sulla pelle, sempre per via della presenza di principi attivi fotosensibilizzanti, può determinare la comparsa, per reazione ai raggi solari, di antiestetiche macchie che possono poi impiegare tempo per scomparire: per questo va sempre evitato l’uso topico del prodotto prima della tintarella, tanto più su parti del corpo esposte.
Tra gli effetti avversi che si possono manifestare ce ne sono alcuni comuni agli antidepressivi, come astenia e agitazione, tachicardia, incremento della frequenza delle minzioni, affaticamento, secchezza della bocca, riduzione della libido, o eventuali reazioni allergiche.

Iperico: Quando non assumerlo

L’iperico non va somministrato in gravidanza e allattamento e nei bambini d’età inferiore ai 12 anni. Dato che interferisce con la pillola anticoncezionale, durante il trattamento con iperico devono essere adottate altre precauzioni per evitare gravidanze indesiderate. Lo stesso avvertimento vale anche per chi usa contraccettivi non orali ma sempre ormonali (come il cerotto o l’anello vaginale).

Se l’estratto è generalmente controindicato in età pediatrica e nell’adolescenza, lo stesso veto non riguarda, però, di solito, l’olio di iperico utilizzato per applicazioni topiche.
In sintesi, comunque, meglio chiedere al medico esperto in fitoterapia: sarà lui a stabilire se questo rimedio è adatto al proprio caso e anche le migliori modalità di assunzione, per goderne appieno i benefici e minimizzare i rischi.

A questo link troverete ogni tipo di prodotto con l’iperico

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione
Crea sito
Crea sito