Crea sito
Crea sito

FITOESTROGENI COSA SONO?

Indice

FITOESTROGENI: A COSA SERVONO? FANNO MALE?

Non c’è nessuno studio o nessuna prova che affermi che i fitoestrogeni siano dannosi alla salute, anche se consigliano di fare attenzione fra estrogeni e fitoestrogeni.

PERCHE’?

I fitoestrogeni,come composizione sono molto simili agli estrogeni che noi stessi produciamo col nostro corpo.

La risposta è racchiusa nella somiglianza tra i fitoestrogeni e gli estrogeni umani. Si è osservato in alcuni casi, come le molecole vegetali abbiano avuto la funzione di “distruttori endocrini” per diversi bersagli molecolari nell’organismo, portandosi dietro una serie di effetti negativi per la salute. In altre parole, dipende da caso a caso, i fitoestrogeni possono ampliare o ridurre l’effetto degli estrogeni endogeni prodotti dall’organismo.

Provocano tumori?

C’è un lungo dibattito tra i benefici ed i pericoli dei fitoestrogeni. Gli studi epidemiologici dimostrano che consumare alimenti ricchi di queste molecole protegge,soprattutto contro il tumore del seno (il più studiato in rapporto ai fitoestrogeni). Lo studio è stato efettuato con maggiore attenzione in Cina e in altri paesi asiatici dove il consumo di soia(trasformata o naturale), è molto elevato,anche se con i nuovi concetti di alimentazione vegana e vegetariana è stato esportato in occidente. Effettuando questi studi è stata trovata una riduzione del rischio di cancro al seno maligno o benigno, per la presenza del recettore degli estrogeni (ER), uno dei punti critici quando si cerca di capire l’effetto dei fitoestrogeni sulla proliferazione del tumore. Le cellule ER+ sono sensibili all’azione degli estrogeni che ne possono stimolare la crescita. In base a certi risultati di esperimenti di laboratorio è stato pensato che anche i fitoestrogeni potessero agire come promotori del tumore o potessero interferire in qualche modo con l’azione delle terapie ormonali contro il cancro. Se così fosse, le donne con una precedente diagnosi di tumore ER+ dovrebbero evitare qualsiasi cibo contenente tali sostanze. In realtà la ricerca è giunta a conclusioni differenti, anche se non ancora definitive: il consumo di soia e altri alimenti contenenti fitoestrogeni non è controindicato per nessuno, anche se in caso di una precedente diagnosi di tumore è meglio far riferimento al proprio oncologo per capire cosa è meglio portare a tavola.

MA NON FINISCE QUI…

Esistono sono altri fattori da tener conto. Gli effetti dei fitoestrogeni cambiano anche in base al periodo della vita nel quale li si assume. In adolescenza proteggeranno contro il rischio di tumore al seno,col crescere degli anni avranno un effetto più neutro. Altri fattori da prendere in considerazione riguardano la popolazione esaminata. Uno studio effettuato in Asia molto probabilmente non potrà essere confrontato con uno svolto in Occidente: la genetiche di base è differente,quindi anche la loro capacità di interagire con i fitoestrogeni; sono anche differenti le abitudini alimentari il consumo di soia in America,è diverso da quello in Cina. Non tutti i fitoestrogeni sono uguali,il fitoestrogeno che troviamo nella frutta,non avrà mai la stessa composizione del fitoestrogeno assunto con i legumi,quindi non eliminare a priori un alimento.E’ un pò come la storia degli abbinamenti dei cibi, per esempio se abbini spinaci con limone,hanno un effetto benefico e protettivo maggiore,rispetto a consumarli separati.

Concludendo, il consiglio migliore è di evitare gli eccessi in un senso o nell’altro: niente paura dei fitoestrogeni, ma tanta consapevolezza e informazione.

In natura sono presenti oltre 1000 tipi di Fitoestrogeni,ma si dividono principalmente in 3 gruppi:

  • Lignani
  • Isoflavoni
  • Cumestani

Ed ognuno di essi ha caratteristiche precise.

QUALI ALIMENTI LI CONTENGONO?

I fitoestrogeni si trovano soprattutto in

  • legumi, La soia è il legume più ricco di fitoestrogeni.
  • frutta, rossa e gialla
  • frutta secca,
  • cereali integrali
  • verdura. Rossa,gialla e germogli alfa alfa
  • piante, Tra cui trifoglio
  • olio di oliva
  • semi oleosi,tra cui il lino maggiormente
  • luppolo
  • angelica cinese( dong quai)

Molti studi hanno infatti dimostrato che queste sostanze offrono vantaggi al sistema cardiovascolare, aiutano le donne in menopausa e con problemi ormonali come la PCOS, a ridurre i sintomi più fastidiosi come le vampate di calore e le sudorazioni notturne, riducono il rischio di osteoporosi e hanno un effetto protettivo contro diversi tipi di tumore.

A questo link potete trovare vari integratori,infusi,tinture a base di fitoestrogeni

Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione
Crea sito
Crea sito