Crea sito
Crea sito

Estratto naturale di stevia: recensione, che cos’e’, ricette

Ciao a tutti. Recentemente ho acquistato l’estratto di stevia, quello indicato in foto, e forse le mie aspettative erano un pò troppo elevate….

Sapore

Il sapore di liquirizia(o qualcosa di simile, anche se non in maniera eccessiva, si sente, a me piace quindi non è un problema vero e proprio

Dosi

Anche il suo potere dolcificante è fin troppo gonfiato. Nella confezione indicano di usare 4/6 gocce per tazza, dovevo consumare del caffè in eccesso ed ho fatto un semifreddo con salsa al caffè. Nella salsa, che era composta da 200gr di caffe, dopo 18 gocce, per togliere il sapore amaro, ho dovuto aggiungere dello zucchero bio di canna, mi pare 20gr. Premettendo, che il caffè utilizzato era già molto amaro perché sicuramente è stato tostato in maniera eccessiva, 18 gocce sono comunque tante. Il caffè utilizzato è quello in grani venduto all’Eurospin prodotto da caffè Carraro marchiato Don Jerez, pacco grigio

Considerazioni finali

Ottimo il fatto che non contiene glicosidi steviolici, ma solo estratto di stevia rebaudioside A al 95%, acqua purificata

Ricette

Prima prova :

– Burro di cacao 100gr

Stevia 12 gocce

Zucchero di canna vanigliato 4gr

32gr Farina di cocco macinata bene, quasi crema

Risultato

Senza sapore dolce e leggermente amarognolo con forte sapore di cocco. Appena possibile lo sostituirò e proverò con il latte in polvere

Seconda prova cioccolato bianco

Ho aggiunto qualche cucchiaio di latte scremato a liquido e una punta di cucchiaino di agar agar , oltre che altre otto gocce di stevia. Sapore: amarognolo leggermente più accentuato, sempre poco dolce. Ho provato anche ad aggiungere noci macinate e nocciole. Ma non assomiglia neanche vagamente al classico sapore del cioccolato bianco.

Panna montata: Per dolcificare la panna montata bastano dalle 10 alle 12 gocce

Questo articolo lo aggiornerò ogni tanto ed inserirò altre prove

Granita al caffè

Con la macchina del caffè automatica il primo caffè dopo l’accensione non è mai perfetto, così invece di buttarlo lo riciclo con le ricette una è questa. No verrà cremoso come il sorbetto,ma rimarranno i pezzettini di ghiaccio

  • 65gr di caffè di frigo
  • 65gr di latte scremato di frigo
  • 6 gocce di stevia liquida
  • 1 cucchiaino raso di sciroppo d’acero o miele
  • Sciogli il miele nel caffè e fai raffreddare. Aggiungi la stevia. Non mettere il caffè in frigo caldo o tiepido per non creare contaminazioni ed aumentare la proliferazione batterica(a qualcosa l’Alberghiero è servito) Sbatti il latte finchè non diventa spumoso. Shakera anche il caffè ormai freddo. Uniscili e sbatti ancora un minuto. Metti il composto in un contenitore preferibilmente in acciaio e schiaccia con una forchetta prima dopo circa 90 min, poi ogni 30/45 per 3 o 4 volte. Gusta

Considerazioni finali

Ho provato anche ad usarla nella crema pasticcera, omettendo anche la farina, nelle seguenti dosi 10 gocce di stevia,125gr di latte scremato,1 tuorlo e circa 1/2 cucchiaino in silicone da neonato di agar agar, ma il sapore amarognolo era insopportabile, un offesa alla liquirizia visto che la stevia dovrebbe avere questo retrogusto, io adoro la liquirizia ne mangio pura 5 o 6 caramelline al giorno, ma questa stevia proprio non la sopporto, da sola è inutilizzabile secondo me. Per rendere commestibile questa crema pasticcera ho aggiunto 3 cucchiaini e mezzo di sciroppo d’acero. Ho provato ad inserirla in ricette contenenti liquirizia,e li si sposa perfettamente, e penso che questo sia l’unico modo per usarla senza fare smorfie, ottimo nelle tisane a base di liquirizia per allontanarsi dallo zucchero.

Crea sito
Crea sito