Crea sito
Crea sito

CARNE CONTRAFFATTA

La possiamo definire come un agglomerato di sostanze biologiche misto a tossine di vario tipo e farmaci vari! Questo perché la carne che acquistiamo al supermercato proviene da allevamenti intensivi che hanno il solo scopo di produrre sempre di più per guadagnare sempre di più, non gli interessa certo la salute dei consumatori come certe pubblicità vogliono farci credere!
Gli animali destinati alla macellazione vengono allevati in modo disumano:
vengono sottoposti ad alimentazione forzata, e viene dato loro qualunque cosa li possa far ingrassare velocemente: un pollo in questi allevamenti diventa pronto per essere macellato dopo 1-2 mesi, un pollo ruspante allevato in modo naturale impiega almeno 6 mesi.
I polli vengono sottoposti a continua luce artificiale, eliminando la notte essi dormono meno e quindi hanno più tempo per mangiare e crescere velocemente!
Gli allevamenti intensivi sono caratterizzati da continue malattie dovute al alta
concentrazione di animali per metro quadro. Queste malattie vengono curate con continue cure di antibiotici, questo vale sia per la carne bianca che per quella rossa! Gli antibiotici lasciano sempre una traccia nella carne che poi noi ci portiamo nel piatto!
Tra l’altro un recente ampio studio condotto dalla USDA e da ricercatori della Clemson University ha scoperto che in confronto a un manzo nutrito con mais, un manzo nutrito con erba ha valori più alti di beta-carotene, vitamina E, omega-3, l’acido linoleico coniugato ( CLA ), calcio, magnesio e potassio; più basso contenuto di grassi saturi che sono stati collegati a malattie cardiache. 
“Dobbiamo rispettare il fatto che le mucche sono erbivori, e questo non significa nutrirli a base di mais e letame di pollo “, dice Salatin. 
La soluzione? Mai più carne del supermercato! Meglio spendere di più ma almeno non si rischia nessuna malattia. Meglio scegliere carne biologica, (anche se tempo fa, in una catena famosa, ho trovato carne di manzo super filamentosa dura come la pietra) o comprata direttamente in agriturismi o fattorie. Oppure se siete pronti a farlo provate a diventare semi- vegani, non vegetariani, anche i derivati della carne sono soggetti a questi problemi. Magari consumate carne ogni 2/3 mesi.
Crea sito
Crea sito